Sentenze Secanti

SENTENZE SECANTI - Esse o non Esse
Continua a leggere
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Sentenze Secanti

Scritti Spediti 2

Franco Canavesio – Sentenze sputate

Sua santità sembra stecchito? Sarà sostituito!
Morto un papa se ne fa un altro.

Sciorina scritti sonori siccome stomaco sazi.
Parla come mangi.

Emmanuela Carbè – Sputi & Spari su Scipio Slataper
Sottotitolo: Scipio sarebbe sul serio scrittore?

Sarà stupido: sparo su Scipio Slataper, sfidando seicentomila solidali suoi seguaci. Spero salvarli. Simpatizzanti, segnatevelo: 1912 significa soprattutto scrittura straniera. Sostituite Soffici su Slataper se sentite strani sentimenti strapaesani.
Sorvoliamo sullo scrittore soprannominato Sigfrido (studi superiori, succursale strada stadion 2, sposato, successivamente soldato – similmente Serra – stroncato 1915); spingiamoci subito sulla sua scrittura superficiale: scioccamente seminato su stampa, Slataper scrisse stronzate scopiazzando supremi scrittori. Seppe sperimentare? Scordatevelo. Seppe slegare strutture sintattiche? Se sentenziate sì, sbagliate.
Sapeva solo sbrodolare su sé stesso: suicidi, spaccaterra, stranieri, sloveni, s’ciavi, scalate, scampagnate, salite sul Secchieta, supposte solitudini, sentimenti sciocchi, simbolismo sciatto. Spacciava Super-io stravaganti, soggettività surreali. Si spese scrivendo sempliciotte storie. Storie… stiamo scherzando? Sudo soprannominando suoi scritti storie. Sono solo “sovrastrutture” sconcertanti.
Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Scritti Spediti

Sardina / Alice – Francesco de Gregori

Sardina

Sardina scruta siamesi, siamesi scrutano sole
stesso secondo sfera si sposta senza sollecitudine.
Serena su semi-soffitta sta scialla,
si scruta su specchio, sfumacchia sigaretta.
Stornello Soldatesco[1], sempre splendente
sorride, sorvolando su sua senilità,
suddette storie Sardina senza saperle sta.

Stop! Scappo! Sentenziò sposo, successivamente,
spettatori sospettarono sotto sombreri,
“sposo svalvola?”, “sta sbronzo?”,
senonchè sposa secerne successore, sposo sa,
sicuramente sorvolerà sullo svignarsela.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Stornelli

Scritti Spediti

Marco Alfano – Sentenze Sputate

Spostarsi senza sbrigarsi significa salute, solcare spazi sterminati

Chi va piano va sano e va lontano

Sghignazzi sanamente se sghignazzi sotto sotto.

Ride bene chi ride ultimo

Viviana – Sentenze Sputate

Signora sulla strada, sventura senza sosta

Donna al volante pericolo costante

Se spartisci sorte sciagurata, sarai semi soddisfatto

Mal comune mezzo gaudio

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Scritti Spediti

Silvio’s Superstory

Silvio, sgravato su suolo sforzesco (scrofa semilanuta suo simbolo), successivamente suoi studi si sostentò sollazzando signorinelle su scafi sfarzosi.

Sessantotto segna sua scalata sociale: sebbene sorgente sue sovvenzioni sia sconosciuta, sbanca stendendo sobborghi su Segrate, strutture sinceramente sgraziate. Seguirono successi stellari: S.p.a., S.r.l., S.a.s…. si sussura Società Segreta Sovversiva sia stata spalleggiatrice suddetti successi. Suo solo scopo: smantellare sistema statale sostituendovisi.

Siccome suoi soldi stavano sparpagliati strutturò Supersocietà. Sarà sua svolta: sotto suo stemma (serpentone) si staglieranno Standa, supermercati, società sportiva, soprattutto suo showbusiness spopolerà. Segretario socialista successivamente scappato spianerà sua strada.

Sullo Stivale si susseguivano scandali: sgamarono senatori senza scrupoli, stavano scambiando soldi svendendo Stato.

Continua a leggere

49 commenti

Archiviato in Storie Squisite

Sentenze Sputate / Proverbi

1.      Se sorseggi scotch stai senza sposa sbronza

Non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca

 

2.      Sgallettata senescente secerne sugo succulento

Gallina vecchia fa buon brodo

 

3.      Se sonnecchi stai senza sushi

Chi dorme non piglia pesci

 

4.      Se sposa sguazza sicuro sollazza

Sposa bagnata, sposa fortunata

 

5.      Storno svolazzante solo saltuariamente sottintende stagione soleggiata

Una rondine non fa primavera

  aa

Continua a leggere

20 commenti

Archiviato in Sentenze Sputate

Storiella Squisita / Divina Commedia


Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Storie Squisite

Sasso secernente Spada

Secola secolarum strapassati, sudditi senza sovrano stettero. Suddetti sudditi sospiravano supremo saggio supponendo sapesse sorreggere sapientemente sudditanza, smantellando soldatesca, stoppando spargimenti sanguinolenti sussistenti sulla sospirata successione: soprusi, sommosse, soverchiamenti. Sussisteva seguente storia: soltanto speciale suddito, scelto secondo saggezza, sarebbe stato sovrano supremo se sacra spada stante sul sasso, senza sotterfugi, subitaneamente sarebbe stata sguainata/sradicata. Secoli si susseguirono senza suddetto speciale suddito sennonchè simpatico scudiero, soprannominato Semola, sopraggiunse su soffitta stregonesca. Subito spumeggiante stregone, seguiva sparuto spennacchiotto sapiente, senza sospetto sciorinò sua sapienza su Semola, suo seguace. Stolta strega, su scopa svolazzante, sogghignava stuzzicando Semola. Stregone sopraggiunse sfidando Strega Stregò: sortilegi si susseguirono, Semola si salvò. Sudditanza, senza sapere, strutturò sfida spadaccina. Semola sosteneva suo signore, seppur scordando spada. Signore sgridò Semola, strilli su strilli. Semola senza successo sperò sostituire spada. Sopraggiunse senza sapere su strada secondaria (stava sempre su spalla suo speciale spennacchiotto), sbigottito scorse sasso secernente spada sacra. Senza sperare sforzò suoi sarcomeri. Successe! Sguainò sciabola scintillante! Si svelò saggio sovrano seppur signorinello.

8 commenti

Archiviato in Storie Squisite